02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Fantini, Docg Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Opi Riserva 2012

Vendemmia: 2012
Uvaggio: Montepulciano
Bottiglie prodotte: 35.000
Prezzo allo scaffale: € 22,00
Azienda: Farnese Vini
Proprietà: Gruppo Farnese
Enologo: Filippo Baccalaro
Territorio: Abruzzo

Il Montepulciano d’Abruzzo di qualità veramente eccelsa è stato inventato negli anni sessanta a Loreto Aprutino. Opera di una figura che non aveva precursori (né per un buon periodo di tempo, seguaci o emulatori), non ha fatto scuola e i suoi vini non davano indicazioni per quanto riguardava la vocazione: c’entrava la sua terra, ma la differenza la faceva l’uomo. Nei decenni seguenti cominciarono, però, ad emergere, principalmente nella provincia di Teramo, un discreto numero di Montepulciano abruzzese di notevole livello, ed è solo logico che la categoria Riserva, all’inizio, sia stata assegnata a questa parte della regione. Questo ha stimolato l’investimento nella provincia di cantine in altre parti dell’Abruzzo, fra le quali spicca la Farnese Vini (gigante con sede ad Ortona) che è riuscita nel compito difficilissimo di riconciliare qualità e quantità: ci sono, infatti, diverse proposte che sfiorano il mezzo milione di bottiglie. Il top della gamma però rimane la Riserva Opi, prodotta dalle uve della Tenuta Cantalupo di Notaresco. Vinificazione seria: 25 giorni di macerazione sulle bucce, malolattica in barrique, lunga sosta in bottiglia prima della commercializzazione. Classici le note di note di prugne, ciliegie sotto spirito, tabacco, liquerizia e spezie di rovere, pieno e dolce l’estratto, importanti il volume, profondità e lunghezza. Degno erede del primogenito della regione.

(Daniel Thomases)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli