02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Fattoria dei Barbi, Docg Brunello di Montalcino Vigna del Fiore 2013

Vendemmia: 2013
Uvaggio: Sangiovese
Bottiglie prodotte: 4.000
Prezzo allo scaffale: € 55,00
Proprietà: Stefano Cinelli Colombini
Enologo: Maurizio Cecchini, Paolo Salvi
Territorio: Montalcino

Tutti sanno che la Fattoria dei Barbi è tra le cantine più importanti del Brunello di Montalcino, per storia e lignaggio. Classicismo dunque, visibile a colpo d’occhio per esempio visitando la cantina e ammirando il caveau delle bottiglie storiche, da annate lontanissime nel tempo a quelle dei giorni nostri. Barbi attualmente è anche una delle aziende più grandi, 100 ettari a vigneto, per una produzione di 200.000 bottiglie di Brunello all’anno, sulle 600.000 realizzate in tutto e si caratterizza per un portafoglio etichette diversificato, contando anche i vigneti maremmani. Ma quello che colpisce maggiormente è un profilo stilistico che, specie nelle bottiglie di Montalcino, riesce a rimanere ben piantato al suo territorio d'origine, con vini ben centrati sul piano del bilanciamento e capaci non di rado di mostrare personalità e carattere. Tra tutti, probabilmente quello che meglio veste i panni da protagonista è il Brunello di Montalcino Vigna del Fiore. La versione 2013, affinata in barrique e legno grande per due anni, si concede al naso con un mix di ricordi di viola, erba tagliata, mora e lampone, con qualche cenno speziato, qualche tocco di tabacco e sensazioni finali di rabarbaro. In bocca, il vino probabilmente trova il suo punto di forza con una progressione dinamica e saporita, retta da tannini ben risolti e verve acida vivace che conduce un sorso invitante e garbato.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli