Slow Wine 2024
Allegrini 2024

Gaston Burtin, Aoc Champagne Brut Hommage à Gaston Burtin

Uvaggio: Pinot Meunier, Chardonnay, Pinot Nero
Bottiglie prodotte: 210.000
Prezzo allo scaffale: € 42,00
Azienda: Maison Burtin
Proprietà: Lanson - BCC
Enologo: Flore Philippe
Territorio: Champagne

Di Champagne non ce n’è mai abbastanza in Italia, dove le bollicine d’oltralpe hanno un gran numero di “aficionado” (siamo il loro quarto mercato). Ecco allora l’ultima Maison, Gaston Burtin, approdata nel Bel Paese grazie alla distribuzione di “Le Tenute del Leone Alato” (che fa capo a Genagricola). La storia della Maison prende le mosse nel 1933, quando Gaston Burtin avvia la sua impresa. Nel 1958, acquisisce Château des Archers, a pochi passi dalla celeberrima Avenue de Champagne a Épernay e diventa presto protagonista delle vicende della Champagne, ricoprendo il ruolo di Presidente del Syndicat des Négociants en vins de Champagne per otto anni. Negli anni ‘60 e ‘70 del secolo scorso, l’azienda si espande sotto la sua guida combinando modernismo e rispetto per la tradizione. Oggi Maison Burtin è di proprietà del gruppo Lanson-BCC (che oltre all’omonima Maison raccoglie anche Chanoine Frères, Besserat de Bellefon, Boizel, De Venoge, Philipponnat e Domaine Alexandre Bonnet). Il Brut Hommage à Gaston Burtin è un assemblaggio classico (39 per cento Pinot Meunier, 24 Pinot Noir e 37 Chardonnay) ed è una bolla tutta in discesa, adattabile a tutti gli umori e seduttiva. Lo Champagne Hommage à Gaston Burtin Brut profuma di frutti bianchi e rossi, miele e pasticceria. In bocca, il sorso è contrastato e dalla carbonica ben dosata, sviluppandosi agile e terminando con lievi tocchi gessosi e affumicati.

(fp)

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

Altri articoli