02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Gianni Gagliardo, Docg Barolo Mosconi 2019

Vendemmia: 2019
Uvaggio: Nebbiolo
Bottiglie prodotte: 840
Prezzo allo scaffale: € 85,00
Proprietà: famiglia Gagliardo
Enologo: Daniele Benevello
Territorio: Barolo

I vigneti dei Poderi Gianni Gagliardo, in attività dal 1974, sono 25, a conduzione biologica, distribuiti tra Langhe e Roero, per 180.000 bottiglie in totale. Un’ampia collocazione geografica che caratterizza la produzione a marchio Gagliardo nei termini più classici delle realtà dell’areale di Langa. L’azienda, che ha sede a La Morra, trova nella produzione di Barolo, Barbera, Dolcetto e Nebbiolo il suo core business, con etichette dalla cifra sobriamente moderna e qualitativamente solide, dotate anche di carattere e personalità. I vigneti destinati al Barolo, si trovano a La Morra, Barolo, Monforte d’Alba e Serralunga. Una distribuzione tra le migliori sottozone della denominazione, che ha caratterizzato i Barolo Gagliardo, nel solco del tradizionale uvaggio proveniente dai vari vigneti. Nel recente passato però la cantina di La Morra ha scelto di concentrare la sua produzione sui Barolo con menzione geografica aggiuntiva, di cui possiede parcelle importanti nei Cru di Serra dei Turchi, Lazzarito, Mosconi, Castelletto e Fossati. Ottenuto da uno dei vigneti più significativi di Monforte d’Alba, il Barolo Mosconi 2019, matura in legno piccolo per 30 mesi. I suoi profumi rimandano ai piccoli frutti rossi, ai fiori appena appassiti, ai chiodi di garofano e alle spezie. In bocca, il vino possiede struttura articolata, sorso austero e grintoso, dai tannini incisivi e dal finale ampio e solido.

(fp)

Copyright © 2000/2023


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2023

Altri articoli