02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Giuseppe Sedilesu, Doc Cannonau di Sardegna Mamuthone 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Cannonau
Bottiglie prodotte: 85
Prezzo allo scaffale: € 15,00
Proprietà: Francesco Sedilesu
Enologo: Francesco Sadilesu
Territorio: Sardegna

Il rischio della retorica, così come l’eccesso di romanticismo, sono dietro l’angolo quando ci si occupa di aziende come questa. È un fatto certo, però, che se oggi i vini dell’ambito di Mamoiada, nel Nuorese, iniziano ad avere finalmente la visibilità che meritano, si deve in gran parte a Francesco Sedilesu; che una volta raccolta l’eredità del padre Giovanni ha iniziato dal 2000 a imbottigliare di suo, vinificando uve ad alberello dalle basse rese e di un’età compresa fra i 40 e gli 80 anni (una vigna, prefillosserica, ha persino superato il secolo di vita!). Le morbide colline di provenienza, situate fra i 600 e i 900 metri d’altitudine e dal sottosuolo prevalentemente sabbioso, godono di clima privilegiato per il cannonau: vitigno principe della cantina e del territorio, da Francesco declinato in più etichette (a parte la divagazione eterodossa dell’unico bianco, il Perda Pintà, da uve granazza). Fra i campioni del Nostro svetta però questo Mamuthone, affinato in cemento dopo una vendemmia ricavata da una vigna cinquantenne: di un rubino luminoso, colpisce il naso con un trionfo floreale e fruttato, che muove dal ribes al mirto, dal chiodo di garofano al glicine, dalla ciliegia alla macchia mediterranea. Elegantissimo al palato, fresco, sapido e dall’estrazione tannica esemplare, questo 2015 costituirà di certo uno dei riferimenti paradigmatici per la denominazione.

(Fabio Turchetti)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli