02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Guado al Melo, Doc Bolgheri Bianco Criseo 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Vermentino, Fiano, Verdicchio, Incrocio Manzoni, Petit Manseng
Bottiglie prodotte: 6.000
Prezzo allo scaffale: € 20,00
Proprietà: Famiglia Scienza
Enologo: Michele Scienza
Territorio: Bolgheri

L’azienda di Annalisa e Michele Scienza, figlio del noto professore di viticoltura e grande esperto di ampelologia, si è, in tempi abbastanza brevi, ritagliata un’immagine non secondaria nel panorama bolgherese. Gli ettari vitati sono 15 su un totale di 20 aziendali, per una produzione complessiva di 80.000 bottiglie. Quello che però colpisce di più è la larga e variegata base ampelografica aziendale, che annovera vitigni mediterranei e caucasici che alimentano altrettanti esperimenti ma anche vini in produzione. Le etichette di Guado al Melo sono realizzate con precisione e possiedono un sicuro interesse. Il cuore della produzione dell’azienda di Castagneto Carducci sono il Bolgheri Superiore Atis e i Bolgheri Rosso Antillo e Rute. Ma ci sono anche “voli liberi”, vini unici, nati da complantazioni, prodotti in piccola quantità, come il Jassarte e il Criseo Bolgheri Bianco. Quest’ultinmo, versione 2016 e prodotto per la prima volta nel 2002, è un uvaggio a base di Vermentino, Fiano, Verdicchio, Incrocio Manzoni e Petit Manseng ed affina per un anno sui lieviti. È un vino in continua evoluzione. Il colore è giallo dorato e luminoso. Al naso è pulito ed elegante, con note di fiori bianchi, agrumi, erbe aromatiche, una nota di miele e frutta dolce. Invecchiando emergono sempre più le note idrocarburiche. In bocca è pieno, fresco, ben equilibrato e con finale lungo.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli