02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Vendemmia ‘06 di ottima qualità. La stima Fedagri: ma produzione cala ... Ottima qualità per i vini 2006, con leggero calo della produzione (-1% sul 2005). E la stima di Fedagri-Confcooperative che prevede una vendemmia 2006 sostanzialmente in linea con i volumi del 2005 e di ottima qualità, nonostante le avverse condizioni di siccità, piogge e grandine dei mesi estivi. “Se permarranno le attuali condizioni climatiche”, ha affermato il presidente di Fedagri, Paolo Bruni, “per tutta la durata della raccolta, nel 2006 si produrrà vino per circa 50 milioni di ettolitri; si tratta di un valore sostanzialmente in linea con la campagna 2005 e come nella vendemmia precedente, anche nel 2006 le quantità di vini rossi e rosati saranno di poco superiori alle
produzioni di vini bianchi”. A oggi lo stato fitosanitario dei grappoli, l’assenza totale di malattie e un grado zuccherino mediamente in linea con il periodo di maturazione delle uve, lascia intravedere una vendemmia di ottima qualità, dai vini equilibrati, con buone gradazioni naturali. “I primi riscontri”, ha spiegato Luigi Pasetto, presidente del settore vino di Fedagri, “si registrano in alcune regioni del Sud Italia dove la vendemmia è già iniziata ma anche nel resto del paese dove si stanno raccogliendo le varietà precoci. Fondamentale sarà la presenza del sole nei prossimi 15 giorni, soprattutto in quelle aree viticole in cui la vendemmia verrà ritardata di qualche giorno”. Da un’analisi su scala regionale, a oggi, si prevede una riduzione del prodotto nell’ordine dell’8- 10% in Abruzzo e Friuli-Venezia Giulia, mentre Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna confermeranno sostanzialmente i volumi prodotti nel 2005. Una probabile leggera flessione si registrerà in Toscana, Umbria, Marche e Calabria, non tanto per la mancanza di uva quanto per la scarsa consistenza dei grappoli. Valori produttivi in aumento intorno al 5-10% vengono invece segnalati dal Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, dal Molise, dalla Campania e dal Lazio. La regione leader per quantità prodotta sarà ancora una volta la Puglia (8 milioni 350 mila ettolitri), seguita dalla Sicilia, dal Veneto e dall’Emilia Romagna.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli