02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

L’eredità di Luigi Veronelli due anni dopo la scomparsa ... Tra nuove guide Veronelli editore su vini, ristoranti e alberghi. E le sue ricette ... Tanto per cominciare un’insalata capricciosa. Un entrata leggera. Che spiani la strada ad un bel piatto di trenette al pesto. Quelle originali genovesi con patate e fagiolini. E allo stufato di manzo al vino rosso, che è soltanto la seconda portata di un “menù tipo” che non può andare a concludersi con un frutto dolce e rinfrescane come per esempio il melone d’inverno. A fare gli abbinamenti e a scrivere le ricette di ogni singola specialità è stato il compianto Luigi veronelli, scomparso il 29 novembre 2004. ora, questo menù, insieme ad altri 50, è stato raccolto, da Veronelli editore, in un volume (Menù e Ricette) che ha preso spunto dagli incontri e confronti con i cuochi d’Italia. La composizione delle varie portate è suggerita, a seconda delle circostanze, e inoltre sono state esaltate tutte le cucine regionali e le loro differenze. Oltre alla raccolta di menù e ricette per pranzi e cene preparate a puntino, come ogni anno sono state presentate le Guide oro. Più precisamente si tratta della guida ai ristoranti, ai vini e agli alberghi. Importante sapere che da quest’anno si tratta di guide solidali. Sì, perché Veronelli editore insieme al Cesvi (organizzazione umanitaria indipendente) si sono accordati in modo che parte dei ricavi della vendita darà destinata al finanziamento del progetto “fermiamo l’Aids sul nascere”. Per quanto riguarda la guida ai ristoranti,il testo passa in rassegna tutti i comuni, dai locali più esclusivi alle trattorie e osterie più tipiche. In tutto, sono più di 2 mila ristoranti d’Italia descritti con minuziosa precisione. Ma non solo. Sono recensiti anche quelli dei luoghi di confine come per esempio il Canton Ticino, l’Engardina, l’Istria, la Slovenia e il Tirolo. Di ciascuna casa viene indicato, oltre ovviamente ai dati anagrafici, il tipo di ambiente, il giorno di chiusura e il periodo di ferie. Viene anche calcolato il costo di un pasto tipo, e sono nominati singolarmente i responsabili di sala e cucina. Inoltre, puntiglioso è l’elenco dei piatti e dei dolci di migliore esecuzione. E non mancano certo segnalazioni ancora più dettagliate quali notizie insolite o curiose, l’eventuale pernottamento o la possibile presenza di un sommelier.
Stesso discorso attento anche per quanto riguarda i vini. Si tratta di una guida critica, regione per regione, ai buoni vignaioli e viticultori (circa 2007) italiani e del Canton Ticino. Di ogni azienda sono forniti, oltre agli indirizzi, le notizie storico-familiari, il nome del proprietario, dell’enologo e dell’agronomo, l’elenco dei migliori vini prodotti con la segnalazione delle annate consigliate e del numero di bottiglie prodotte e l’indicazione, suddivisa per fasce, dei relativi prezzi. Nell’eventualità di una vacanza o di un viaggio di lavoro fuori sede, invece, basta sfogliare tra le pagine della guida agli alberghi per trovare la perfetta soluzione alle nuove esigenze. Sono oltre 2 mila, tra hotel, alberghi, masserie, bed & breakfast, locande e agriturismo, le possibilità di scelta per un soggiorno che insieme assicuri ospitalità e buona cucina. Di ciascuna casa sono date tutte le indicazioni dettagliate.
(arretrato di Italia Oggi del 2 dicembre 2006) 

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli