02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Crai, in Cina partnership per crescere ... A maggio 2007... L’agroalimentare di qualità va alla conquista della Cina in forma continuativa e non soltanto nell’ambito di iniziative promozionali. A maggio prossimo verrà infatti creata una società mista italo-cinese che svilupperà in Cina una rete di punti vendita a insegna Piaceri italiani, il marchio che contraddistingue oggi 70 specialità alimentari regionali, realizzate in esclusiva per il gruppo distributivo Crai. Promotori dell’iniziativa, oltre al retailer italiano, quattro realtà dell’agroalimentare tricolore, ossia i consorzi Grana Padano e Prosciutto di San Daniele e Cavit e Conserve Italia, Simest, la finanziaria pubblica per lo sviluppo delle imprese italiane all’estero, e il China national silk, l’ente di stato di coordinamento della produzione della seta, con diversificazioni nella logistica, nel trading e nell’immobiliare.
Prima dell’inizio delle Olimpiadi di Pechino 2008 la newco appronterà dai tre ai quattro flagship store nelle città di Pechino, Shanghai e Tiaanjim. In una superficie di circa 2 mila metri quadrati ciascuno ospiteranno spazi per la vendita di specialità italiane sia industriali che artigianali (anche di imprese terze rispetto agli azionisti), aree di degustazione e di ristorazione e punti per la promozione turistica delle regioni italiane. A fronte di un investimento di 9-12 milioni di euro, si prevede che questa rete iniziale svilupperà a regime un fatturato di 32-45 milioni di euro. In una fase successiva la catena di negozi si espanderà con la formula del franchising.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli