02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Vino, lobby bipartisan a tutela del made in Italy ... Una battaglia per la valorizzazione della straordinaria varietà che caratterizza il patrimonio del vigneto Italia. E una battaglia per la tutela del comparto italiano del vino, anche contro il rischio di omologazione dei prodotti enologici legati all’imminente varo comunitario dell’Ocm vino.
È questo l’obiettivo dell’associazione Luigi Veronelli, nata nella precedente legislatura, e che annovera più di 100 tra parlamentari ed ex parlamentari e le principali associazioni del comparto vitivinicole. Sono state presentate ieri, infatti, in una conferenza al Senato, le iniziative in programma per il 2007 con particolare riguardo alla tutela dei vitigni nelle singole realtà territoriali. “La nostra è la più grande associazione rigorosamente bipartisan”, ha precisato la senatrice Laura Bianconi, presidente dell’associazione Veronelli, “che ha obiettivo di promuovere con sempre maggiore incisività la qualità del prodotto vinicolo italiano. Non dobbiamo dimenticare che dentro a un bicchiere non mettiamo solo del vino italiano ma un intero territorio con le sue tradizioni agricole e culturali.
Per questo motivo”, ha proseguito la presidente “tutti noi parlamentari iscritti all’associazione, intendiamo continuare a promuovere iniziative locali unitamente alle associazioni del settore. Il nostro impegno sarà sempre vigile nel creare una lobby attenta alla tutela del vino italiano, evitando quel serio rischio di omologazione con gli altri prodotti enologici europei, come è probabile che accada con il varo comunitario dell’Ocm vino. Difendere la straordinaria qualità e varietà che caratterizza il patrimonio del vigneto Italia, partendo dalla tutela dei nostri marchi, è la principale garanzia della qualità del nostro prodotto in tutto il mondo”.
“Il made in Italy è pronto a grandi sfide”, ha dichiarato ancora la presidente dell’associazione Veronelli, “e i tanti legislatori associati, e paganti, hanno creato una forte triade con i territori e 14 associazioni di categoria, in grande collaborazione con il ministro Paolo De Castro, per condividere un percorso legislativo e di tutela nel dibattito per l’Ocm vino. Dalla modifica alla legge n. 164 alla tutela della qualità senza trucioli, saremo molto agguerriti”, ha assicurato infine Bianconi, “come legislatori e come rappresentati di territori”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli