02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Con Gaja firma docg ... Per festeggiare l’eventuale ritorno del voto di preferenza c’è già il vino in cantina. E che vino, che cantina. Sono quelli di Angelo Gaja, oscar del vino 2004, pluripremiato come miglior produttore. Il vino sarebbe il suo mitico Barbaresco, frutto di 14 vigneti di proprietà in Piemonte tra Barbaresco e Treiso. Ha deciso di dare il suo appoggio alla battaglia promossa dai sostenitori di un parlamento di cittadini che vogliono tornare al voto di preferenza.
Angelo Gaja, colui che può essere definito il portabandiera del rilancio vitivinicolo italiano, si inserisce a pieno titolo nel lungo elenco di imprenditori che chiedono di poter tornare a scegliere i candidati e non subire invece le decisioni imposte dall’alto dalle segreterie di partito. Nell’elenco, alla voce piemontesi doc, è in buona compagnia, visto che tra i firmatari della prima ora figura anche Carlo Petrini, anzi, Carlin, il fondatore di Slow food, l’associazione che ha trasformato la gastronomia in una filosofia di vita.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli