02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Ismea, è stabile il mercato dei vini base per spumante ... Secondo il report dell’istituto relativo a marzo, variazioni limitate nei listini... È stabile il mercato dei vini base per lo spumante. A rilevare la situazione è stato l’Ismea (l’Istituto per i servizi ai mercati agricoli) nel suo report sul comparto riferito a marzo. “I listini dei vini base spumante”, ha spiegato l’Ismea, “hanno fatto registrare variazioni limitate, rispetto allo scorso mese di febbraio. Nel segmento delle denominazioni di origine, in particolare, si è riscontrata una generale stabilità dei prezzi. Tra i vini con indicazione di vitigno si è rilevata una maggiore vivacità con variazioni tutte positive che confermano la tendenza del mercato a recepire positivamente questi prodotti”.
In termini numerici, l’Ismea ha rilevato quotazioni molto ampie (in euro per ettogrado) che vanno dai 5,95 euro per il Bianco di Custoza in Veneto, ai 195,65 euro per il Terlano Pinot bianco dell’Alto Adige; ma il livello medio dei prezzi sembra oscillare attorno ai 100-130 euro per la gran parte dei vini base di Piemonte, Lombardia e Trentino.
Livelli decisamente più bassi per i vini derivanti da semplici indicazioni di vitigno (tra i 5 e i 9 euro circa per quintale) e quelli da tavola (tra i 2,8 e i 3,6 euro sempre per quintale). Entrambe queste categorie, tuttavia, hanno fatto registrare aumenti di quotazioni rispetto al mese di febbraio scorso.
’Ismea ha sottolineato, poi, “la performance del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene che si attesta a 8,99 euro l’ettogrado guadagnando circa il 13% negli ultimi trenta giorni”. Il confronto conio stesso periodo dello scorso anno, infine, fa cogliere un generale e diffuso aumento dei prezzi del mercato dei vini di base per lo spumante. Nell’ambito delle denominazioni di origine, per esempio, l’Ismea ha fatto rilevare la “particolare ascesa” dei listini del Trentino Pinot nero base spumante (+29%) e del Riesling Oltrepò Pavese (+ 19%). Tra le Igt prosegue l’impennata del Prosecco, anche grazie alla risposta positiva dei mercati esteri, che si attesta a +78% rispetto a marzo 2006.
In un altro report, dedicato questa volta ai problemi di approvvigionamento e commercializzazione dei comparto della trasformazione della frutta e predisposto dall’Ismea sulla base di un panel rappresentativo di imprese, si evidenzia invece come il. settore non preveda significative espansioni delle proprie quote di mercato, né la diversificazione ulteriore dei canali di sbocco dei propri prodotti.
“Circa le prospettive commerciali future”, ha rilevato l’indagine, “a livello geografico gli operatori non hanno manifestato particolare interesse per acquisire nuove quote su altri mercati, a eccezione delle imprese che producono frutta fresca oppure condizionata, che hanno dichiarato l’intenzione di entrare nei mercati Ue ed extra-Ue”.
Per quanto riguarda le modalità di approvvigionamento, il report ha evidenziato che le industrie di trasformazione della frutta tendono ad acquisire i semilavorati per il 43% da altre aziende di trasformazione e per il 35% da intermediari commerciali, mentre le cooperative agricole incidono solo per il 17%.
Situazione capovolta, invece, per le imprese che si occupano del condizionamento della frutta fresca: in questo caso l’81% della materia prima arriva da cooperative e associazioni di produttori, il24% da singole aziende agricole e il 14 da intermediari commerciali. In ogni caso, il comparto della trasformazione della frutta si avvale di un numero piuttosto elevato di fornitori di materia prima. La frutta fresca, inoltre, arriva nel 52% dei casi da aree limitrofe allo stabilimento e per il 48% dei casi anche dal territorio nazionale. I semilavorati, invece, arrivano anche da paesi Ue oppure extra-Ue (per il 22% dei casi rispettivamente).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli