02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Spumante Oltrepo ottiene docg ... Dal ministero... Lo spumante a metodo classico dell’Oltrepo pavese, dopo quello della Franciacorta, ha ottenuto ufficialmente dal ministero delle politiche agricole il riconoscimento della docg, denominazione d’origine controllata e garantita. Lo ha annunciato la vicepresidente della regione Lombardia e assessore all’agricoltura, Viviana Beccalossi, dopo che anche gli ultimi ricorsi legati alla vicenda sono stati valutati e respinti dal Comitato nazionale vini. “Un giusto premio al territorio”, ha commentato Beccalossi, “ma soprattutto alle aziende che hanno creduto in questa possibilità ponendo la qualità come principio base della loro produzione”. Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore regionale (Gian Carlo Abelli, presidente del tavolo territoriale di confronto della provincia di Pavia.
“Sono orgoglioso per il riconoscimento dato all’Oltrepo e ai suoi abitanti, che hanno fatto della vitivinicoltura non solo uno dei punti di forza della nostra economia, ma soprattutto una cultura e una filosofia di vita”. L’Oltrepo pavese è la terza area viticola a denominazione d’origine più grande d’Italia per estensione (preceduta solo da Asti e Chianti) e la prima se si valuta soltanto il territorio provinciale. La produzione di spumante lombardo docg potrà dunque contare su 8 milioni di bottiglie (6 milioni prodotte in Franciacorta e 2 milioni nell’Oltrepo pavese). Anche se il consorzio vitivinicolo dell’Oltrepo guarda già al futuro e prevede di raddoppiare da 2 a 4 milioni la produzione di bottiglie di spumante docg entro il 2010. La Lombardia quindi è, oggi più che mai, la regina incontrastata delle “bollicine d’eccellenza”, prodotte con il metodo classico, ovvero con la lenta rifermentazione in bottiglia e non in autoclave.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli