02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Spumante Vespaioio, in autunno arriva la doc ... Un nuovo traguardo molto ambito si sta avvicinando per il vino Vespaiolo prodotto nel territorio di Breganze in provincia di Vicenza. Il Consorzio di tutela di cui fanno parte i produttori di altri vini tra cui il Torcolato passito, Pinot bianco e grigio, Chardonnay, Sauvignon, Pinot nero, Marzemino, Cabernet franc e Cabernet sauvignon ha annunciato in questi giorni che entro l’autunno è dato per certo l’arrivo della doc anche per la versione “spumante”. In questo senso, il necessario parere favorevole del Comitato nazionale per la tutela e la valorizzazione delle DOC è stato pubblicato in G.U. da pochi giorni. Oggi del “Vespaiolo” spumante si producono circa 200 mila bottiglie in parte vendute in Italia e In parte all’estero. Ma con prospettive di crescita visto anche il momento favorevole, dura, peraltro, da due-tre anni che stanno vivendo le cosiddette “bollicine” italiane anche se non tutti sono d’accordo su questa definizione perché gli spumanti sono più di 1 e con caratteristiche diverse come venne messo in evidenza alla, manifestazione nazionale svoltasi lo scorso anno a Fabriano, nell’anconetano, presenti illustri personaggi di questo segmento dell’enologia italiana. A parere dei responsabili del Consorzio, il “Vespaiolo” spumante ha tutti i numeri per conquistare mia più ampia fetta di consumatori e rappresenta, assieme al “Torcolato” passito che nasce anche dalle stesse uve, una delle due punte di diamante della produzione enologica vicentina. L’imminente doc verrà ad aggiungersi a quella del Vespaiolo fermo che ha pure un buon mercato. Mentre i viticoltori pregustano la nuova vittoria inizia anche l’affinamento, che durerà
due anni, del «Torcolato» doc, il vino dolce spremuto a dicembre. Le uve vengono fatte appassire per tre quattro mesi e con il passare del tempo acquista un sapore sempre più delicato, dolce con buona acidità, bouquet floreale e sapore d’agrumi, datteri e mieli. I produttori spuntano buoni prezzi e considerano questo vino un vero successo se si pensa che fino agli anni 70 era considerato vino da tavola la cui produzione ha rischiato di scomparire. Rispetto ad altri passiti nel Nord Italia, spiegano i produttori, proprio con il lungo appassimento le uve si liberano completamente dell’acqua, lasciando emergere al massimo il contenuto zuccherino. A fianco di alcune grandi aziende, ci sono molti mini-produttori che vinificano il Torcolato secondo usanze antiche per consumo personale. Nel 2009 la doc Breganze, che raggruppa i vini sunnominati, compirà 40 anni.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli