02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

L’annata double face ... Sud a gonfie vele. Male il Nord ovest. Vendemmia 2008/Italia divisa in due, ma produce di più... Vendemmia 2008 più generosa della precedente, ma senza riuscire a recuperare le perdite dello scorso anno.
È quanto emerge dalla seconda ricognizione congiunta di Ismea e Unione italiana vini. Le stime attestano la produzione a 46 milioni di ettolitri, con un incremento del 7% rispetto ai 43 milioni dichiarati dall’Istat per il 2007. Nonostante ciò, l’analisi effettuata in questi giorni disegna uno scenario meno ottimistico di quello di inizio estate e ridimensiona le aspettative degli operatori. Oltre al discreto incremento produttivo ci si attende anche una buona qualità, con punte di ottimo. In ogni caso l’esito finale dipenderà molto dall’andamento climatico che si avrà nelle prossime settimane, periodo in cui si concentrerà la raccolta. Infatti, dopo i forti anticipi dello scorso anno, il 2008 ha riportato il calendario vegetativo più vicino a quello considerato normale. E in molte aree si registra addirittura un ritardo. Il freddo dell’inverno, le prolungate piogge primaverili e la siccità, che ha colpito il Sud, non hanno permesso al vigneto italiano di svilupparsi al meglio e di portare in cantina tutto il proprio potenziale.
Le condizioni meteo, non del tutto positive, hanno inoltre favorito la diffusione di malattie. Comunque dall’analisi Ismea-Uiv si delinea, anche quest’anno, un’Italia divisa in due. A differenza dello scorso anno, però, è il Meridione a mostrare recuperi significativi a fronte di un Nord che conferma i livelli del 2007. Mentre le regioni Nord-occidentali pagano dazio, con perdite con variazioni a due cifre sul dato dell’anno precedente.
A pesare di più è il risultato del Piemonte (-15/20%), che al suo interno presenta la situazione più critica nell’Astigiano.
Anche in Lombardia la vendemmia non lascia molto spazio all’ottimismo (-15/20%). Quella che doveva essere un’annata nella norma, potrebbe risultare sensibilmente inferiore alla media degli ultimi cinque anni. Verso il basso anche le stime per la Valle D’Aosta (-10/15%), dove mediamente il ritardo vegetativo è di 15 giorni rispetto alla norma. Idem in Liguria (-15/20%), dove già da tempo la vendemmia era compromessa dai continui attacchi di peronospora, non arginati a causa delle incessanti piogge di giugno. Produzione in leggero aumento per l’Emilia Romagna (+5%). Bene la Toscana (+5/10%) e il Lazio (+5/10). Benissimo Marche (+20/25%), Abruzzo (+25/30%) e Sicilia (+35%). Crescono anche Puglia (+15%), Campania (+10%), Calabria (+ 10/15%) e Molise (+10%).
Denominazioni in salvo. Ieri in serata, in relazione a voci di stampa su presunta impossibilità di usare menzioni specifiche tradizionali Docg, Doc e Igt a seguito dell’entrata in vigore della nuova Ocm Vino, il Mipaaf ha precisato che: dall’1/8/2009 le menzioni tradizionali potranno essere utilizzate per indicare che il prodotto reca una Dop o Igp, in loro sostituzione. Tali menzioni tradizionali corrispondono alle menzioni specifiche tradizionali nazionali della preesistente normativa Ue, che per l’Italia sono: Docg, Doc, Vino dolce naturale, Igt, Vin de Pays e Landwein.

Produzione di vino e mosto in Italia (000 hl)...

Regione - 2006 - 2007 - 2008* - Variazione %
Piemonte - 3.229 - 2.724 - 2.247 - -15/20%
Valle d’Aosta - 20 - 18 - 15 - -10/15%
Lombardia - 1.081 - 1.099 - 912 - -15/20%
Trentino Alto Adige - 1.159 - 1.221 -1.221 - =
Veneto - 7.208 - 7.799 - 7-604 - 0/+5%
Friuli Venezia Giulia - 1.014 - 1-029 - 952 - -5/10%
Liguria - 77 - 89 - 73 - -15-20%
Emilia-Romagna - 6.768 - 6.253 - 6.422 - 0/+5%
Toscana - 2.978 - 2.824 -3.035 - +5/10%
Umbria - 1.103 - 998 -973 - 0/-5%
Marche - 1.090 - 757 - 927 - +20/25%
Lazio - 2.316 - 1.840 - 1.078 - +5/10%
Abruzzo - 3.233 - 2.205 -2.812 -+25/30%
Molise - 376 - 319 - 351 - +10%
Campania - 2.020 - 1.652 - 1.818 - +10%
Puglia - 7.397 - 5.668 - 6.518 - +15%
Basilicata - 246 - 221 - 221 - =
Calabria - 484 - 406 - 457 - +10/15%
Sicilia - 6.974 - 4.574 - 6.175 - +35%
Sardegna - 859 - 862 - 819 - -5%
Italia - 49.632 - 42.559 - 45.533 - +5/10%
Fonte Istat

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli