02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Un prosit al Canada ... Verso il libero export di vino europeo... Accordo tra l’Unione Europea e il governo nordamericano... Esportazioni di vino in Canada a tasso zero. Già dai primi mesi del 2009 potrebbe divenire operativo l’accordo fra la Comunità europea e il Canada per istituire una zona di libero scambio del vino fra i due paesi. Un risultato di una certa importanza quello messo a segno dal recente vertice tra Ue e Canada del 20 e 21 novembre scorsi, che ha visto entrambe le parti concordi nell’avviare le procedure necessarie per dare avvio ai negoziati volti a rafforzare l’ integrazione economica tra paesi. Il Canada rappresenta un significativo mercato di sbocco per l’Unione europea che ammonta a circa 570 milioni di euro per il vino e 690 milioni di euro per le bevande alcoliche (dati Eurostat, rielaborati a fronte di un’assenza di oneri per i prodotti canadesi che arrivano nel territorio comunitario. I problemi da superare non sono, però, pochi. Da quelli amministrativo-politici relativi alla gestione dei differenti livelli di regolamentazione (federale e provinciale) a quelli di natura fiscale, quali appunto la discriminazione tariffaria ma anche i privilegi legati ai monopoli di vendita al dettaglio. Questi ultimi, nello specifico, discriminano i prodotti extranazionali applicando tariffe relative a voci quali “Il costo dei servizi”, rispetto a milioni di litri, 2,6 milioni cui lo stesso Comitato provinciale dell’Ontario si sta muovendo attraverso una verifica del sistema della distribuzione al dettaglio. Nell’ambito dell’accordo lottare con tariffe doganali quasi insormontabili anche altri aspetti particolarmente cari alle organizzazioni di prodotto europee, quali: un intervento chiaro a tutela dell’etichettatura per eliminare la piaga della contraffazione di etichette e imballaggi di denominazioni d’origine europee, diffusa in questo paese, e l’abolizione delle pratiche enologiche del “vino kit” cioè il “farsi il vino in casa” con prodotti disidratati.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli