02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Uiv: più controlli, meno proibizionismo ... Guida e alcol... Continua a far discutere la decisione del governo di ridurre ulteriormente da 0,5 a 0,2 grammi/litro la soglia di alcolemia nel sangue di chi guida. “Da tempo l’imprenditoria vinicola è impegnata attivamente, con forti investimenti, sul fronte della qualità, guidando di fatto un cambio culturale che è riuscito a spostare i consumi su prodotti che necessariamente richiedono un approccio più maturo; il vino non si beve per trangugiare alcol e sballare, ma per piacere, per gustare profumi e sapori”, ha sottolineato il presidente dell’Unione italiana vini, Andre Sartori. Per Uiv è decisamente più ragionevole la scelta della Germania: tasso zero per i ragazzi sotto i 21 anni e per i neopatentati (due anni dal rilascio della patente). Sartori denuncia infine la carenza dei controlli, al più effettuati a macchia di leopardo, comunque “pari a un decimo di quelli effettuati in Francia e a un terzo rispetto alla media europea. Inoltre, come si può pensare che con un tasso a 0,2 si guidi meglio rispetto al valore di 0,5? Non è un caso che in Inghilterra, con un tasso a 0,8 e controlli seri, gli incidenti siano sensibilmente diminuiti”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli