02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Il Veneto a difesa del suo Prosecco ... “Il vino Prosecco è un patrimonio del territorio del Nord Est e lo tuteleremo a livello mondiale”. L’ha ribadito il vicepresidente della Regione Veneto Franco Manzato, annunciando l’approvazione in Giunta della proposta degli organismi di rappresentanza dei produttori e presenterà, in nome degli stessi, la richiesta di riconoscimento della Denominazione d’origine controllata per i vini di Prosecco e per la Docg delle attuali Denominazioni Conegliano Valdobbiadene e Montello e Colli Asolani (tutte in provincia di Treviso), così da assicurarne la riconoscibilità e il valore. “Il Prosecco”, ha ricordato Manzato, “ha oggi il suo fulcro in queste colline, dove i produttori hanno realizzato una viticoltura eroica e faticosa, il cui prodotto sta conquistando il mondo. Ma il discorso vale per l’intera area, dove si coltiva la grandissima parte di queste vigne. Legare il prodotto alla località d’origine è la strada maestra per impedire “imitazioni” che, richiamandosi al nome dell’uva, sfruttano la scia del successo dei nostri produttori”. “Vogliamo infine garantire la specificità del Prosecco”, ha aggiunto il vicepresidente, “riconoscendone la peculiarità mediante la normativa comunitaria, in particolare richiamando nei regolamenti di sttore alcuni aspetti inerenti alla protezione, l’etichettatura e la presentazione”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli