02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Spumanti? Il Reno pignoletto doc si fa in tre ... Il Reno pignoletto doc si fa in tre per diventare spumante, Reno pignoletto spumante, Reno bianco spumante. Una modifica, approvata in questi giorni dal Comitato italiano vini, che risente dell’interesse commerciale che i vini spumanti stanno acquisendo in Italia ma anche all’estero. Da aperitivi o vini da brindisi speciali, gli spumanti della produzione bolognese e modenese stanno diventando adatti e richiesti dal pubblico per tutto il pasta La “compatibilità” del vitigno Pignoletto con la spumantizzazione è un dato accertato dalle stesse sperimentazioni enologiche ufficiali. Superiore ad altri vitigni autoctoni regionali (come il Trebbiano, l’Albana o il Lambrusco), soprattutto se il metodo applicato è il charmat o lo champenoise.
Il Pignoletto gode, infatti, di caratteristiche organolettiche particolari quali: la presenza di una componente tannica superiore alla media dei vini bianchi e una sicura conservazione delle percentuali di acidità fissa anche in condizioni climatiche composite, mantenendo una nota floreale caratteristica di tiglio e acacia. A favorire queste peculiarità del vitigno sono l’ambiente in cui si coltiva l’uva, fertile, fresco e basato sull’utilizzo della tecnica a cordoni permanenti, vale a dire a doppia cortina, e l’utilizzo di porta innesti idonei al vitigno. Per l’aroma e la profumazione è fondamentale l’epoca anticipata (rispetto agli altri bianchi) di maturazione dell’uva. Un dato importante per un vino che vuole divenire spumante e, per questo, soggetto ad almeno 6 mesi di elaborazione a partire dalla rifermentazione, una presenza del vino sulle fecce di 30 giorni minimo, se l’autoclave è provvista di agitatore, altrimenti l’intervallo si triplica. La nuova tipologia comporta anche altre modifiche. La resa, che per la tipologia Reno pignoletto passa da 15 t. a 18 t. ad ettaro. L’introduzione di caratteristiche enochimiche ad hoc per le tipologie “spumante”. La previsione di nuove prescrizioni per il confezionamento e l’etichettatura delle nuove varietà.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli