02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Campari compra in Ucraina...una società di vini frizzanti ... La scorsa settimana il gruppo Campari ha siglato un accordo per l’acquisto del 99% circa dal capitale della società ucraina CJSC Odessa Plant of Sparkling Wines, proprietaria di un impianto per la produzione di vino frizzante. L’acquisizione, il cui closing è previsto a inizi 2009, comporterà per Campari un esborso di 18 mln dollari (circa 12,6 mln euro).
Con un volume totale di 11 mln di bottiglie principalmente vendute in Ucraina, un portafoglio che comprende marchi forti nel mercato locale degli vini frizzanti (fra cui Odessa, Golden Duke e l’Odessika ) e un’offerta caratterizzata da una buona differenziazione di prezzo, CJSC Odessa Plant of Sparkling Wines rappresenta per Campari un’opportunità di rafforzare la sua posizione in mercati chiave dell’Europa orientale. In particolare quello ucraino degli vini frizzanti è il secondo più importante nell’area dopo la Russia ed è caratterizzato da una forte crescita.
Questa transazione segue altre tre iniziative di sviluppo del perimetro Campati siglate a novembre scorso in altrettanti mercati emergenti e strategici. Campari ha infatti finalizzato l’acquisizione del 70% del capitale della società argentina Sabia, uno dei principali distributori di spirit e wine nel paese per un esborso di 7,6 mln dollari. E annunciato l’acquisizione del 100% della società messicana Destiladora San Nicolas (premium spirits) per una spesa di 27,5 mln dollari e dì una partecipazione del 26% in Focus Brand Trading India, neo-costituita joint venture controllata del gruppo indiano Jubilant.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli