02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Viniadi, è battaglia all’ultimo calice ... Sono partite ieri, e dureranno fino al 24 luglio, le “Viniadi”, campionato italiano degustatori non professionisti (non è consentita la partecipazione a chi ha il brevetto di sommelier professionista), giunto alla terza edizione, organizzato da Enoteca Italiana (Siena) e dal ministero delle politiche agricole ambientali e forestali, nell’ambito del progetto “Vino e Giovani”. Enoappassionati di tutta Italia saranno impegnati in tornei di degustazione “bendate” (le bottiglie sono chiuse dentro sacchetti neri che impediscono di identificare forma ed etichetta) di sei vini, tra rossi e bianchi: passa il
turno il concorrente in grado di riconoscere
il vitigno e la regione di provenienza dei vini degustati; inoltre i concorrenti dovranno rispondere ad alcune domande di cultura enologica generale.
Sfide a suon di calici, degne di un’Olimpiade, con eliminatorie, semifinali e finalissima, nelle enoteche pubbliche e private dal Trentino
alla Sicilia. In palio premi particolari, tra i quali l’usufrutto di filari di vino e vacanze in fattoria.
Ieri al via le selezioni regionali, partendo da Matera, in Basilicata. Il calendario prosegue oggi con la selezione pugliese, a Bari; domani le “ Viniadi ” faranno tappa a Guglionesi (Campobasso) in Molise. E cosi via. Le “Viniadi”, alle quali centinaia di enoappassionati di tutta Italia si stanno iscrivendo cliccando sul sito www.vinoegiovani.it di Enoteca Italiana (dove è possibile consultare il calendario del torneo), fanno parte del progetto “Vino e Giovani”, campagna di informazione con le regioni nelle università italiane, il cui obiettivo è sensibilizzare i ragazzi tra 19-30 anni a un consumo consapevole e moderato del vino, attraverso convegni, degustazioni e momenti di spettacolo, puntando sugli aspetti culturali legati a questo prodotto simbolo del “made in Italy”; storia, tradizione, territorio, ambiente, gastronomia.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli