02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Il Trentino doc ora si allarga ... Il Trentino doc si arricchisce del vitigno Carmenère e della sottozona “Castel Beseno”. Sono queste le principali novità apportate al disciplinare di produzione della denominazione trentina e approvate dal Comitato Nazionale Vini. Grazie alle modifiche, verrà integrata la composizione varietale della tipologia rosso con presenza del vitigno Carmenère, precisando che la specificazione generica “Cabernet” è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti dai vitigni Cabernet franc, Cabernet Sauvignon e Carmenère e viene riformulato, ma senza apportare alcuna variazione, l’elenco delle varietà a frutto rosso di cui è ammessa in etichetta l’indicazione congiunta di due nomi di vitigno. Viene inoltre definito il nome della sottozona protetta che è “Castel Beseno” o “Beseno” e le tipologie di prodotto a cui detto nome è riservato che sono il “passito” e “vendemmia tardiva”. Infine, l’uva Moscato giallo costituisce la base ampelografica del vino liquoroso omonimo per cui è prevista la presenza nei vigneti di altre varietà a frutto bianco in misura non superiore al 15%.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli