02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Fraccaro mette il Prosecco anche sulla focaccia ... Fatturato 2011 a 5,5 milioni per l’industria veneta di dolci ... per essere sempre più in simbiosi con il proprio territorio, e cavalcare l’escalation mondiale del Prosecco, Fraccaro Spumadoro, una delle aziende venete di nicchia del prodotto dolciario, immetterà sul mercato la focaccia (un dolce pasquale tipico del Veneto) al Prosecco nella speranza che abbia lo stesso successo di quella al kamut, “inventata” la scorsa primavera. Ma per il suo ottantesimo compleanno l’azienda di Castelfranco Veneto cambierà completamente il suo formato, il suo packaging, attuandolo ai tempi, più consone alla propria immagine, con più informazioni. Non bastasse allargherà l’export, soprattutto in quei paesi dove è massiccia la presenza di nostri connazionali. E oltre alla focaccia al Prosecco lancerà anche una nuova serie di merendine al miele e ai cinque cereali mentre si sta studiando un prodotto senza zucchero. “La focaccia al Prosecco”, dice Luca Fraccaro, amministratore dell’azienda veneta, “vuole essere un omaggio al territorio in cui viviamo, ma anche la speranza che possa essere un prodotto di grande successo”. Il Prosecco, secondo il manager “ha superato qualsiasi altro vino al mondo e ha il grosso vantaggio di piacere molto alle donne” quindi dovrebbe essere gradito anche il fatto di trovano in una focaccia. Un companatico che per l’industria dolciaria di nicchia “fa parte dei prodotti continuativi, assieme alle merendine e ai dolci”. “Tutto ciò che sforniamo è sempre legato a un nostro, grande punto di forza, il lievito madre, la cui storia è molto antica, coincide con la nascita della panificazione e dell’arte pasticciera. Una storia di sapori autentici”, racconta Fraccaro, “una tradizione praticamente abbandonata con il tempo per la complessità della produzione e conservazione del lievito naturale. Noi questo percorso storico lo seguiamo da sempre, i nostri lievitisti vengono al lavoro anche alla domenica per tenere vivo questo composto ottenuto dalla fermentazione naturali di farina e acqua n& quale sono presenti microrganismi, i quali con l’attività di fermentazione, producono la lievitazione della pasta. Il lievito madre mantiene a lungo le qualità organolettiche del prodotto come fragranza, sapore e profumi, dona una naturale sofficità e rende digeribile il prodotto. Faremo anche delle merendine completamente nuove, al miele, ai cinque cereali”.
Per Fraccaro Spumadoro il 2012 sarà anche l’anno del potenziamento dell’export che ora è solo il 12% della produzione. L’azienda dopo Europa, Canada, Australia e Stati Uniti sta entrando, con una certa determinazione anche in Brasile e vorrebbe spuntarla anche in Russia nonostante, in quest’ultimo paese, sia molto diverso il modo di far colazione da quello italiano. Fraccaro Spumadoro ha portato il proprio fatturato a 5,5 milioni di euro e stima un +2% nel 2012.


Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su