02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

La Cina beve rosso ... Manca il coordinamento
per esportare
vino in Cina. Con
155 milioni di casse
da 9 litri (pari a 1,865 miliardi
di bottiglie) consumate lo scorso
anno, in crescita del 136%
rispetto al 2008, la Cina ha
“scippato” alla Francia il primato
del consumo nel mondo
di vino rosso. Al vino
italiano non mancano
né qualità né prestigio
per imporsi
sul mercato cinese.
Quello che manca
è il coordinamento
tra una miriade di
azioni che, seppur hanno
puntato sulla qualità
e su un’immagine corretta,
ne ha finora frenato una più
massiccia ed incisiva presenza.
È uno dei dati, forse tra i più
significativi, tra i tanti emersi
dal workshop internazionale
“Il vino e la Cina” che si è
svolto a Montepulciano. Quello
che ha evidenziato il convegno
è che Italia (e Toscana) hanno
accumulato una valida esperienza
nella commercializzazione
del vino in Cina, ma il carattere
talvolta episodico delle
iniziative oltre ad impedire il
raggiungimento dell’obiettivo
pieno, ha anche indebolito la
percezione del prodotto da parte
dei consumatori. Secondo un
recente sondaggio condotto dal
“China wine information
network”, il 95% dei consumatori
cinesi ha una limitata
conoscenza del vino e del suo
mondo ma è disponibile ad approfondirla.
Il 60% preferisce,
a parità di prezzo, acquistare
vino importato rispetto a quello
domestico, con una marcata,
recente tendenza a privilegiare
vini di prezzo medio/medio alto
rispetto a quelli di fascia alta.
I margini di crescita, insomma,
non mancano e la Cina è
un immenso mercato ancora
da valorizzare. A questo proposito
la conferma è arrivata
dal Consorzio del Vino
Nobile che dal 2010 al 2013
ha visto quasi decuplicare le
esportazioni del prodotto verso
la Cina, con un valore finale vicino
ai 300 mila euro che pesa
per oltre il 7% sulle esportazioni
complessive di vino proveniente
dalla provincia di
Siena. Dal 2008 il Consorzio
è costantemente presente in
Cina con proprie iniziative e
ha contribuito alla creazione
di Yishang, l’enoteca italiana
a Shanghai. Nel 2020 la Cina
diventerà il maggior consumatore
di vino al mondo.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli