02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

È scontro sui domini del vino ...
Fa in scena a Londra lo
scontro tra Stati sulla
governante di internet,
con al centro
l’assegnazione dei domini
internet “.wine” e “.”vin”. In
occasione del 50esimo meeting
dell’Icann, in programma
nella capitale del Regno
Unito fino a domani, Italia,
Francia, Spagna, Portogallo
e Commissione europea
hanno attaccato “nel nome
del vino” tutta la procedura
di aggiudicazione dei domini
generici. Le offerte (intorno
agli 8 milioni di euro, riportano
fonti francesi) per le
estensioni “.wine” e “.vin”
potrebbero anche essere ritirate.
“Le stringhe stanno
perdendo valore”, dicono
fonti vicine al negoziato, e
le aziende che corrono per
accaparrarsele vorrebbero
mollare la presa proprio a
causa delle pressioni dei
Paesi Ue.
Per come l’Icann ha gestito
la vicenda fino ad ora, nessun
esito appare scontato.
Molto dipende dalla reazione
di Usa, Australia e Nuova
Zelanda, da sempre contro
la richiesta dei produttori
di vino di tutto il mondo
(inclusi quelli nazionali) di
vincolare l’assegnazione del
“.ovine” e “.vin” al riconoscimento
di minime tutele per
i produttori delle etichette a
denominazione di origine.
“Icann delega la gestione
dei diversi domini alle società
che ne fanno domanda”,
spiegano dal Ministero
dello sviluppo
economico.
Quindi, “devono
essere le società
assegnatarie
del .wine e
del .vin” a impegnarsi
perché
“vengano
rispettate regole
che impediscano
la
registrazione di
un’indicazione geografica
da qualcuno
che non sia legalmente
legittimato
”. Impegni e
garanzie che,
per ora, non
ci sono.
La Commissione
e i Paesi
Ue considerano
il
pasticcio dell’assegnazione
del “.wine” e “.vin” come un
simbolo delle carenze dell’attuale
modello di governance
della rete e della necessità,
ha ricordato il commissario
Ue all’agenda digitale Neelie
Kroes, di un approccio
multilaterale annunciato da
anni e mai messo in pratica.
La delegazione italiana
avrebbe prefigurato
il bisogno di un
programma “2.0”
di assegnazioni
per i domini generici
con un
meccanismo di
accountability
e trasparenza
totalmente rinnovato.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli