02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Vendemmia nel mondo: la più scarsa da 20 anni scarsa da vent’anni ... La produzione mondiale di vino non è mai stata così scarsa. Secondo l’organizzazione internazionale della vigna e del vino (Oiv) i 7,5 milioni di
ettari di vigneti impiantati sul pianeta quest’anno hanno prodotto 259 milioni di ettolitri di vino. Una diminuzione del 5% rispetto al 2015. Il principale imputato è il meteo, secondo quanto ha raccontato a Le Figaro il direttore
generale dell’Oiv. «Il fenomeno del El Nino sembra di ritorno in America latina dove la produzione è stata vittima di condizioni climatiche davvero eccezionali con molta pioggia». Con il risultato che la produzione in Argentina è scesa del 35%, a 8,8 milioni di ettolitri. Un cattivo risultato che retrocede l’Argentina dal 5° al 9° posto nella classifica mondiale dei produttori. I volumi cileni sono crollati del 21%, a 10,1 milioni di ettolitri, e il Brasile ha dimezzato la propria produzione a 1,4 milioni. La Francia non è stata risparmiata dal metro:
una primavera piovosa e poco soleggiata, il freddo tardivo, e qualche gelata hanno reso la vendemmia di quest’ano la più scarsa da trenta anni a questa parte. Con 41,9 milioni di ettolitri (-12% sul 2015) la Francia si è classificata seconda nella classifica mondiale quanto a volumi ma al primo posto quanto a valorizzazione.
L’Italia ha beneficiato della scarsa performance francese mantenendosi al primo posto quanto a volume di vino prodotto quest’anno, con 48,8 milioni di ettolitri, stabile rispetto
al 2015. La Spagna resta al 3° posto (37,8 milioni di ettolitri). Inoltre, l’Oiv ha riscontrato una franata della diminuzione del
consumo divino tra 239,7 e 249,6 milioni di ettolitri, grazie all’ingresso nel mercato di nuovi paesi consumatori.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli