02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

ItaliaOggi

La cantina vinicola passa online … Dal 28 giugno è possibile la registrazione diretta in formato grafico degli stabilimenti... Planimetrie e vasi vinari nel registro telematico del vino... Si aggiunge un ulteriore tassello al processo di semplificazione del settore vitivinicolo. Dal 28 giugno 2018, nel Registro telematico del vino, è possibile la registrazione diretta in formato grafico delle planimetrie delle cantine o degli stabilimenti. Lo rivela una guida operativa del 28 giugno 2018 del ministero delle politiche agricole. Vengono così indicate le modalità di accesso ai servizi online del registro telematico, da parte delle cantine. Le novità contenute nella guida riguardano, specificatamente, la dematerializzazione dei registri nel settore vitivinicolo, prevista dall’articolo 1-bis, comma 5 del decreto legge n. 91/2014. La norma sulla dematerializzazione delle planimetrie (articolo 9 legge n. 238/2016), invece, richiede ai titolari di cantine o stabilimenti enologici di capacità complessiva superiore a 100 ettolitri, esentati dall’obbligo di presentare la planimetria dei locali all’agenzia delle dogane e dei monopoli, di trasmettere all’ufficio territoriale Icqrf (ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari) la planimetria dei locali dello stabilimento e delle relative pertinenze. Planimetria nella quale va specificata l’ubicazione dei singoli recipienti, di capacità superiore a 10 ettolitri. Di più. La trasmissione telematica della documentazione consentirà di considerare assolto l’obbligo, solo se nella planimetria in formato grafico siano stati specificati: - l’ubicazione dei singoli recipienti, di capacità superiore a 10 ettolitri; - il relativo codice alfanumerico identificativo del recipiente (codice vaso vinario); - e la relativa capacità siano anche registrati nell’apposita anagrafica dei vasi vinari. Il sistema consente di registrare diverse versioni di planimetria, a fronte di successive variazione della capacità complessiva dichiarata per lo stabilimento. In particolare, a fronte dell’installazione dei nuovi vasi vinari, oppure dell’eliminazione di vasi vinari o cambi di destinazione d’uso, sarà necessario procedere con l’acquisizione di una nuova versione della planimetria. Per ciascuna versione va poi indicato da un codice, che identifica univocamente la planimetria nell’ambito dell’anagrafica (codice planimetria) E per ricercare una planimetria in anagrafica sono già disponibili diversi criteri di selezione, come il “codice planimetria” assegnato dall’utente, oppure la data di comunicazione della planimetria (il sistema visualizza tutte le mappe acquisite con data successiva a quella indicata).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli