02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Krug, Aoc Champagne Grande Cuvée 167éme Edition

Uvaggio: Chardonnay, Pinot Nero, Pinot Meunier
Prezzo allo scaffale: € 150,00
Azienda: Krug
Proprietà: LVMH
Enologo: Eric Lebel
Territorio: Champagne

Per chi ama le cose tonde (cifre o vini) questa non è probabilmente quella giusta: 167 è un numero scabro, come del resto l’annata (2011) su cui questa ultimissima reincarnazione del sogno del fondatore della maison Joseph Krug - fare ogni anno il miglior Champagne possibile utilizzando ogni mezzo, uva, parcella, riserva disponibile, più l’abilità di un artefice rodato - è basata. Vendemmia non sfavillante sul fronte Chardonnay, e per il resto (Pinot Noir in testa) di non eccelsa sostanza. Detta così, un problema. Nel calice, l’ennesima dimostrazione di un teorema: quando in casa hai le cose giuste (in questo caso 191 vini diversi, con apporti estratti da 13 annate comprese nell’arco tra il 2011 e il 1995), sai come usarle, e in più ti prendi sereno otto anni perché il puzzle impari a stare insieme, il totale può andare davvero oltre ogni previsione. Ottenuto, certo, non senza sacrificio: qui 42% di “riserve” sul volume totale prodotto, come per una banca pescare nel caveau dell’oro. Ma il risultato è un vino dalle suadenti, quasi esplosive stimmate aromatiche d’agrumi, poi ritegnosa nota di zeste, e rilancio alla grande su un coté di spezie, mandorla, ricordi marini. Un Krug tra i più “lunghi”, in prospettiva e alla prima impressione, delle ultime edizioni, prensile e scorrevole al tatto (sette anni sui lieviti non spesi invano). La Cuvée è insomma ancora una volta Grande.

 

(Antonio Paolini)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

TAG: CHAMPAGNE, KRUG

Altri articoli