02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Contralta, Doc Cannonau di Sardegna L'Ora Grande 2019

Vendemmia: 2019
Uvaggio: Cannonau
Bottiglie prodotte: 3.300
Prezzo allo scaffale: € 32,00
Proprietà: Nicola Dettori, Roberto Gariup
Enologo: Roberto Gariup
Territorio: Sardegna

“Less is more” è la filosofia con cui Nicola e Roberto hanno deciso di gestire La Contralta. E la scelta non stupisce, guardando ai due piccoli paradisi sardi da tutelare che hanno tra le mani. Ma andiamo con ordine: i due si conoscono a Masone Mannu, importante realtà vitivinicola di Olbia. Nel 2018 sposano il progetto della Contralta, puntando su Vermentino di Gallura e Cannonau. Nicola viene dalla finanza, Roberto dal Friuli Venezia Giulia ed è in Sardegna che decide di trasferire tradizione dei bianchi longevi, tanto nota nella sua terra di origine. Le due etichette al momento prodotte provengono dalle uve di zone distinte: Enas, una corona di 7 ettari che sovrasta il golfo di Olbia, dove stanno costruendo la cantina insieme a giovani architetti olbiesi; e Palau, in bocca al parco nazionale della Maddalena sotto la Roccia dell'Orso di granito. Qui sorgono 25 ettari di tanti piccoli campi, delimitati da olivastri, ginepri, lentischi e mirti, dove pianteranno varietà a bacca rossa sarde dimenticate (Pascale, Gnieddumannu e Caricagiola), mentre sono già in produzione 2 ettari di Cannonau ad alberello, tipico impianto degli stazzi galluresi, che qui c'è (del 1925) e che verrà presto aperto ai visitatori. Al glicerico e intenso Vermentino di Gallura (da riassaggiare fra un lustro), preferiamo il balsamico Cannonau, dove mirto, viola, liquirizia e mora si susseguono in un sorso levigato e vegetale, dai lunghi rimandi iodati.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli