02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Spinetta, Docg Barbaresco Starderi 2019

Vendemmia: 2019
Uvaggio: Nebbiolo
Bottiglie prodotte: 7.000
Prezzo allo scaffale: € 120,00
Proprietà: Giancarlo, Giorgio e Bruno Rivetti
Enologo: Giorgio e Andrea Rivetti
Territorio: Barbaresco

Affinato per 22 mesi in barrique, il Barbaresco Starderi 2019, ottenuto dalle uve del Cru omonimo nel Comune di Neive, profuma di frutti di bosco freschi e in confettura, radici, incenso e spezie. In bocca, il sorso è denso e tendenzialmente potente, dai tannini ben serrati e dal finale ampio e articolato con qualche tocco boisé ad emergere su un ritorno rigoglioso del frutto. 100 ettari a vigneto per una produzione complessiva di 500.000 bottiglie sono i numeri de La Spinetta, con sede a Castagnole delle Lanze, cantina che ha rappresentato uno dei punti di riferimento del modernismo enologico, caratterizzante il Piemonte enoico a cavallo tra nuovo e vecchio millennio. Anche oggi, in un’epoca in cui quel tipo di approccio sembra aver perso la sua spinta propulsiva, Giorgio Rivetti continua, con apprezzabile caparbietà, a perseverare nella sua idea di come fare un vino in Langa, tra roto-maceratori e barrique, partendo, ed è questo l’elemento meritorio, da una rigorosa cura dei vigneti, che continua ad essere un esempio per tutti. La gamma delle etichette aziendali spazia tra le denominazioni più importanti dell’areale, ma, recentemente, l’azienda, con in etichetta l’inconfondibile rinoceronte è sbarcata sui Colli Tortonesi, non prima di essersi annessa la cantina astigiana Contratto e, ad inizio Nuovo Millennio, aver messo un piede anche in Toscana con la Tenuta Casanova di Terricciola.

(fp)

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli