02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Stampa / Specchio

Lettere ... Su Specchio n. 550 mi ha attirato l’angolo Slowfood e precisamente la voce: “I ristoranti, mangiar bene a prezzi corretti”. Ebbene, su quattro ristoranti citati uno costa 55/60 euro vini esclusi e uno 105 euro, sempre vini esclusi! Non sapevo che la Vs fosse una rivista per soli milionari!
Sandro

Ha ragione: 105 euro per una cena possono sembrare eccessivi, però “prezzi corretti” non significa “prezzi bassi”. Nel gergo della ristorazione significa prezzi adeguati al posto, al tipo di cucina, alle materie prime utilizzate, al servizio e al contesto della cena stessa. E nella fattispecie la Villa Fiordaliso di Gardone Riviera, come recita la didascalia, è un “eccellente ristorante all’interno d’una splendida villa aristocratica, ricca di marmi e vetrate dell’800, con proposte gastronomiche di stampo creativo, basate su materie prime di alta qualità. Grande carta dei vini, servizio preciso, professionale, elegante.
In rapporto alla qualità della cena può essere addirittura che i 105 euro del conto della Villa Fiordaliso (a poterseli permettere) siano meglio spesi dei 30 o 35 di un'altra finta trattoria di Langa, o di Franciacorta, o dell’Oltrepò. Ecco perchè “prezzi corretti”. Ciò detto, se abbiamo ben interpretato quel che vuoi dire, siamo d’accordo con lei. Si può cenare molto bene anche con 40 euro.
(arretrato de La Stampa - Specchio del 3 marzo 2007) 

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli