02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Stampa / Speciale Vinitaly

Cin, cin Smartphone ... Nasce WineOpedia la prima enciclopedia del vino “mobile” per sapere tutto sulla bottiglia che state degustando... Basta un cellulare di nuova generazione e un codice Qrcode applicato sul prodotto scelto per scoprire tutti i segreti delle migliori marche in commercio... WineOpedia è la prima enciclopedia del vino “mobile”. Basta un telefonino e un codice Qrcode applicato sulla bottiglia per permettere a un consumatore occasionale di entrare nei segreti più nascosti di un vino. E può farlo al ristorante o in enoteca, da casa o al supermercato. I suoi ideatori, Edoardo Costa e Carlo Capello, l’hanno promossa come “scan click experience” perché è in grado di guidarvi tra i colori, le note olfattive, le sensazioni in bocca e l’equilibrio, ad esempio, di un moscato passito. E in tempo reale è in grado di offrirvi non solo la descrizione organolettica del vino, ma dare informazioni sul produttore, consigliare gli abbinamenti con ricette uniche e le temperature giuste per servirlo. L’enciclopedia portatile del vino è stata creata pensando a un mercato potenziale di 165 mila produttori, cinquemila cantine censite dalle guide del settore e, soprattutto ventimila etichette. Spiegano: “Tra le principali voci di spesa per le aziende vinicole ci sono comunicazione e marketing”. Dati Unicab 2009 alla mano, le principali area di intervento sono le etichette e, più in generale, il packaging della bottiglia (98%). “Vale a dire, il vino sarà molto buono, ma tutti hanno capito che deve anche essere ben presentato”. Seguono la partecipazione a fiere (94%), le attività di pubbbliche relazioni (9 3%) e l’organizzazione di eventi di degustazione (81%), con l’ausilio del canale web per la comunicazione (72%). Detto in parole semplici, “un buon vino con una bella etichetta deve poi essere comunicato e spiegato al consumatore, specie per i marchi con limitata diffusione”. A questo scopo contribuisce anche la pubblicità su canali convenzionali, quali guide specialistiche (60%), riviste di settore (51,4%) e mass media (33%).
Secondo uno studio promosso da Vinitaly 2010, i consumatori, invece conoscono soprattutto i vini del loro territorio e scelgono il vino di marca, sulla base del passaparola (76%) e dell’esperienza diretta (30%). Costa e Capello spiegano: “Chi è poco informato si avvale del prezzo come unico elemento di distinzione. Alto prezzo significa alta qualità: di fronte a un prezzo molto elevato c’è persino chi non si reputa all’altezza e preferisce reclinare l’acquisto (8%)!”. WineOpedia mette in comunicazione questi due mondi “evitando che il consumatore scelga la bottiglia sulla base di consigli generici e, naturalmente, del prezzo. E il viticoltore può informarlo sul valore del proprio prodotto”. Il Qr-code sulla bottiglia rimanda a un’etichetta web multimediale fatta su misura per essere consultata dal telefonino e “il produttore vinicolo potenzierà il suo nome trasmettendo una maggiore esperienza di consumo e aumenterà le sue potenzialità di vendita facendo leva sul fenomeno di acquisto d’impulso”. Per consultare l’enciclopedia basta scannerizzare il codice con una delle applicazioni di lettura che sono disponibili gratis on-line. Una volta visualizzate le “pagine” scoprite il vino, il produttore con la sua storia, i suoi vini, i suoi contatti. Secondo Edoardo e Carlo si “tratta di uno strumento innovativo di Proximity Marketing che permette a produttori e distributori di superare le barriere con i consumatori aumentando le vendite”. Ma c’è ancoa molto da fare: “Oggi WineOpedia è disponibile in Italiano e in Inglese, ma sarà presto tradotta in molte altre lingue. Il produttore che sceglierà di essere sull’enciclopedia mobile potrà quindi raggiungere tutti i (potenziali) consumatori interessati alla bottiglia. E parlerà la loro lingua”. Per conoscere l’enciclopedia mobile e i suoi ideatori si può visitare il sito a href="http://www.wineopedia.it">www.wineopedia.it e, se sarete a Vinitaly 2011, potrete vederne una dimostrazione sulle bottiglie Marenco (padiglione 9 stand E3).

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli