02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Stampa

A Vinitaly bottiglie da tenere in cassaforte: da domani a Verona cantine di tutto il mondo.

35 anni di Vinitaly, sono tanti e alla velocità con cui cambiano le cose oggi sembrano ancora di più. Se si scorrono le foto della prima edizione, che più autarchicamente portava il nome di «Le giornate del vino italiano», le immagini sono quelle di un’epoca davvero ormai lontana … il vino è oggi un grande business dai valori in costante crescita: solo parlando dell’Italia le esportazioni toccano i 5000 miliardi di lire e la sfida dell’export porta nuove vittorie … Un vino sempre più grande protagonista nelle nuove abitudini degli italiani ed al quale si dedicano raffiche di studi, indagini e statistiche. Come quella del Censis, che fissa a 16 milioni i nostri connazionali propensi a considerare il bere un bicchiere di vino un vero e proprio «rito», un numero che, sul totale di 25 milioni di consumatori abituali, mette in minoranza i 9 milioni ancora abituati a considerare il vino una bevanda e niente più. Insomma la grande piramide del consumo si rovescia: la base sta diventando quella dei bevitori che si informano, visitano enoteche e cantine di produzione …Un interesse a volte tanto marcato da sollevare accuse di classismo, che fanno tuonare il «maestro» Luigi Veronelli: «Parlare di vino non è di destra o di sinistra. Tuttalpiù è culturalmente elitario» … Da Verona arriva un’annuncio incoraggiante: anche il vino bianco, come già accertato per il rosso, fa bene: lo dice una ricerca svolta in pool dalle Università di Milano, Pisa e Modena, che nel bianco rileva sostanze naturali in grado di contrastare i processi infiammatori responsabili di malattie come l’artrite reumatoide e l’osteoporosi … una vera enciclopedia del vino questo Vinitaly, in omaggio ad un nuovo tipo di consumatore: l’«enonauta». A soddisfare le curiosità dei navigatori internettiani ci pensa www.winenews.it, uno dei siti di informazione enologica più cliccati, dando anche un’identikit di questi appassionati on line: prevalentemente maschio, di età compresa tra i 30 e i 45 anni, nell'80% dei casi con diploma di scuola superiore o laureato e con un livello economico medio-alto. I vini preferiti dall’«enonauta»? Brunello, Chianti Classico e Barolo ...

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli