02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Stampa

L'intervista: "Il futuro del vino ? Sarà sicuramente globale" ... Gianni Zonin: "grandi spazi d'espansione per chi sa rinnovarsi e punta sulla qualità" ... Le aree promettenti per soddisfare le richieste di questo mercato internazionale ? Certamente la Sicilia, la Puglia, a cui aggiungo senz'altro la Maremma, in Toscana; non per nulla in questi tre posti ha fatto i miei tre ultimi investimenti" ... "Sono convinto che il futuro della vitivinicoltura italiana non possa prescindere da un'ottica positiva di globalizzazione. E l'unica strada che vedo per battere la concorrenza dei grandi vini stranieri, anche perchè, nei prossimi 5/10 anni, il consumo nell'alta fascia di qualità aumenterà ... Il mercato si giocherà tutto sui vini di gusto internazionale" ... Ed i nostri grandi vini ? "Resteranno grandi e richiesti, ma il loro mercato lo hanno già e la produzione non può aumentare più di tanto. Sono vini di consumatori fedeli" ... I problemi del vino ? "Quelli di manodopera, che d'altronde si presentano non solo in tempo di vendemmia: ci sono troppi vincoli all'assunzione di personale, soprattutto stagionale. Serve una maggiore liberalizzazione del mercato del lavoro per evitare che i costi diventino proibitivi"

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli