02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Stampa

Crisi e maltempo tagliano i raccolti ... L’Italia importa un quarto del fabbisogno alimentare. Alto rischio fondi ... La produzione agricola nazionale è in grado di garantire quest’anno attorno al 75 per cento del fabbisogno alimentare degli italiani per effetto del crollo dei raccolti. La stima è della Coldiretti che mette in evidenza come la vendemmia si sia attestata sui valori minimi da quasi 40 anni per un totale di appena 40 milioni di ettolitri, la produzione italiana di olio di oliva è scesa a 4,8 milioni di quintali e quella di pomodoro da conserva si è ridotta del 12% per cento attorno alle 4,4 milioni di tonnellate. “Il rischio - denuncia la Coldiretti - è ora quello di un aumento delle importazioni di ingredienti di diversa qualità da spacciare come Made in Italy come il concentrato di pomodoro cinese, l’extravergine tunisino, le mozzarelle taroccate ottenute da latte in polvere, paste fuse e cagliate provenienti dall’estero”. E poi c’è la carne. Fedargri Confcooperative mette in evidenza come l’Italia “dopo Giappone, Regno Unito e Russia, è il quarto importatore netto di carni suine a livello mondiale”. E l’organizzazione guidata da Maurizio Gardini precisa: “Questo non significa che la carne non sia sicura ma è chiaro che i consumatori italiani (e la loro salute) sono totalmente dipendenti dalla diligenza o dalla negligenza degli operatori esteri”. Il rischio di frodi alimentari è alto. Nel 2012 solo i carabinieri dei Nas hanno sequestro quasi 20 milioni di chili di prodotti alimentari e bevande per un valore di 468 milioni di euro nel 2012. I prodotti alimentari più colpiti dalle frodi sono stati farine, pane e pasta (16% in valore del totale sequestrato), carne e allevamenti (11%), latte e derivati (8 %), vini e alcolici (5%). Ben il 31% del valore dei sequestri riguarda la ristorazione.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Pubblicato su

Altri articoli