02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Libero

Gli otto vini che mettono d’accordo tutti i critici… Ecco i “magnifici”dell’Italia del vino: gli otto vini che, valutati per la loro qualità assoluta, mettono d’accordo le guide più importanti d’Italia (Gambero Rosso, Ais-Bibenda, L’Espresso, Veronelli e la “new entry” Slow Wine, la guida firmata da Slow Food, in attesa di conoscere i vini premiati dall’ “Annuario”2011 di Luca Maroni) sono: il Barolo Le Rocche del Falletto Riserva 2004 di Bruno Giacosa, il Barolo Monfortino Riserva 2002 di Giacomo Conterno, il Granato 2007 di Foradori, il Trento Brut Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2001 delle Cantine Ferrari, il Bolgheri Sassicaia 2007 della Tenuta San Guido, il Taurasi Riserva Radici 2004 di Mastroberardino e l’Aglianico del Vulture Titolo 2008 di Elena Fucci, il toscano Cepparello 2007 di Isole Olena. Sono gli otto i “super vini” che stando all’analisi di www.winenews.it, mettono d’accordo le guide più importanti dell’eccellenza enologica italiana. Il risultato emerge dal semplice incrocio delle liste dei migliori, redatte dalle guide edizione 2011, senza scendere nel dettaglio delle specifiche modalità di valutazione, adottato dai diversi team di degustazione (per la guida Vini d’Italia Gambero Rosso “Tre Bicchieri”; per la guida Vini d’Italia de L’Espresso, “Cinque Bottiglie”; per la guida I Vini di Veronelli, “Super TreStelle”; per la Guida Duemilavini di Ais/Bibenda, “Cinque Grappoli”; per la guida Slow Wine di Slow Food “I Grandi Vini”). «La mia soddisfazione - commenta Piero Mastroberardino - è veder coronato l’impegno professionale di mio padre, che ha speso una vita per promuovere il territorio irpino e Taurasi. Ma la cosa più importante è che è un premio al territorio, il riconoscimento alla crescita della viticoltura in Irpinia». “Oltre al risultato per la Riserva del Fondatore - spiega Camilla Lunelli, alla guida, con Matteo e Marcello, della Ferrari - il motivo d’orgoglio è che siamo riusciti ad affiancagli anche altre bollicine di punta premiate dalle guide”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli