02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Lungarotti, Docg Montefalco Sagrantino 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Sagrantino
Bottiglie prodotte: 15.000
Prezzo allo scaffale: € 26,00
Proprietà: famiglia Lungarotti
Enologo: Lorenzo Landi, Vincenzo Pepe, Christophe Ollivier
Territorio: Montefalco

La storia della vitivinicoltura umbra non può essere ben delineata senza soffermarsi sull'esperienza Lungarotti. Agli inizi degli anni '70, la visione pioneristica di Giorgio Lungarotti innescò un vero e proprio circuito virtuoso che ha disegnato l'Umbria del vino, creando un distretto come Torgiano, con il suo albergo, il ristorante, i musei del vino e dell'olio, l'agriturismo. Oggi produce 2.500.000 bottiglie, grazie a 250 ettari di vigneto, ma non è calata l'intenzione di emergere nell'affollato panorama enoico del Bel Paese. Parte di questa intenzione è rappresentata anche dalla cantina aziendale che si trova nella denominazione del Montefalco Sagrantino. Lungarotti ci arriva nel 2000 e vi impianta 20 ettari a vigneto, condotti oggi completamente a biologico. Un passo importante a sottolineare, da un lato, il legame profondo che unisce la famiglia Lungarotti con la sua Regione e, d’altro, l’obbiettivo di completare il proprio portafoglio prodotti con la denominazione umbra che, nel recente passato ha saputo meglio incarnare la vocazione enoica di queste terre. Il Montefalco Sagrantino 2015, maturato per 12 mesi in barrique, possiede colore rosso quasi violaceo. I profumi sono ampi e intensi, con note fruttate predominanti a fare da base a cenni di cacao e spezie. In bocca, il vino poggia su una struttura serrata ben domata da un attacco dolce e da uno sviluppo non privo di energia acida.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli