02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Lupi, Colline Savonesi Igp Vignamare 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Pigato
Bottiglie prodotte: 5.530
Prezzo allo scaffale: € 30,00
Proprietà: Massimo Lupi
Enologo: Massimo Lupi, Alex Berriolo, Donato Lanati
Territorio: Liguria

Arriviamo a Pieve di Teco che è già sera. Un borgo ligure medievale in Alta Valle Arroscia, a Nord le Alpi Liguri. Il nome deriverebbe da chiesa e da casa. Parallelamente, in quello che sembra fosse un ex convento, troviamo Casa Lupi, in un edificio del ‘300, prima del tipico portico. Massimo Lupi, giovane e dinamico proprietario dell’azienda fondata dal padre Tommaso negli anni Sessanta, concepisce la sua struttura come una “casa del vino”. Il liquido odoroso va condiviso: quindi le porte sono sempre aperte per gli appassionati. Non solo: Massimo sta generosamente spendendosi per gli altri produttori liguri, organizzando incontri di confronto anche con giornalisti: “Se tutto il territorio cresce, di conseguenza anch’io crescerò, insieme possiamo farcela”. Massimo entra nel 2007 in attività, arrivando a vinificare 7 ettari in affitto, altrettanti come acquisto uve. Nel 1988 papà Tommaso concepisce un bianco longevo, Vignamare. Già: le vigne sono amare qui (faticose); ma anche da amare e sono in faccia al mare. Il vigneto Ca’ de Berta, con vigne cinquantenni su suoli argillo-limosi e ciottolosi, risente del clima secco e della tramontana. Il Vignamare 2015 è un Pigato in purezza, (70% acciaio e 30% in barrique per 22 mesi, dopo l’assemblaggio altri 2 mesi in inox). Complesso, intenso, con un tratto salino scandito da un’acidità equilibrata, sapido e persistente. Sorprenderà ancor più fra 10 anni…

(Alessandra Piubello)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

TAG: LUPI, PIGATO, SAVONA

Altri articoli