02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Madrevite, Umbria Igt Rosé La Bisbetica 2021

Vendemmia: 2021
Uvaggio: Gamay del Trasimeno
Bottiglie prodotte: 8.000
Prezzo allo scaffale: € 13,00
Proprietà: Nicola Chiucchiurlotto
Enologo: Emiliano Falsini
Territorio: Umbria

Con sede a Vaiano, piccolo borgo al confine tra Umbria e Toscana, Madrevite è immersa tra le colline che abbracciano il Lago Trasimeno e il Lago di Chiusi, all’interno della denominazione Colli del Trasimeno. In quest’area la coltivazione della vite ha origini antichissime, risalenti all’epoca etrusca e romana. Plinio il Vecchio la descrive come una zona particolarmente vocata alla coltivazione della vite e alla produzione di ottimi vini. Madrevite viene fondata nel 2003, quando Nicola Chiucchiurlotto inizia a restaurare l’azienda di famiglia e decide di reimpiantare parte dei vecchi vigneti di nonno Zino, dando vita a un nuovo progetto che ha per protagonisti vitigni identitari del territorio. La Bisbetica Rosé, rosato dell’Umbria a base di Gamay del Trasimeno in purezza, prende il nome dalla famosa opera teatrale shakespeariana, “La Bisbetica Domata”. Proprio come la protagonista della commedia, all’apparenza delicata e dimessa, che svela piano piano un carattere ostinato e ironico, questo eccellente rosato sorprende per il suo carattere intenso. Vino dal colore cerasuolo brillante, La Bisbetica Rosé 2021 cattura per i profumi floreali, fruttati di lampone, pompelmo rosa e fragola. Al gusto colpisce per la sapidità, la piacevole vena acidula, che lo rende intenso e persistente al gusto. Ottimo come aperitivo e per accompagnare antipasti di terra, salumi, secondi di carne bianca e di pesce.

(Cristina Latessa)

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli