02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Marino, Doc Cilento Aglianico Proclamo 2013

Vendemmia: 2013
Uvaggio: Aglianico
Bottiglie prodotte: 12.000
Prezzo allo scaffale: € 18,00
Proprietà: Lorenzo Marino
Enologo: Raffaele Marino
Territorio: Cilento campano

Marino con gli occhi del mare, che è a 800 metri più in là. Raffaele Marino con il suo cane Argo (Ulisse forse c’entra per il celeste delle iridi del nostro o forse perché molto ha viaggiato per mari di vigne tanto da conoscerle una ad una) ci accoglie sulla collina, sentinella del Parco Nazionale del Cilento. Siamo ad Agropoli, a pochi minuti dai templi millenari di Paestum, in una delle aziende storiche del cilentano. Il papà di Raffaele, Lorenzo, fondò l’azienda nel 1977 e si batté per ottenere la Doc che arrivò nel 1989. Alla fine giurisprudenza non s’attagliava al carattere del marino raffaellesco che preferiva restare con i piedi nelle vigne e badare alla sostanza di Bacco più che alla fama e al successo mediatico. A onor del vero, se bere bene si vuole, se l’anima del Cilento imbottigliata si vuol trovare, quassù, fra i 13 ettari di vigne ultraquarantenni bisogna arrivare. Grande luminosità, terreni calcarei argillosi, macchia mediterranea, ulivi tutt’intorno (dalla vendemmia 2019 saranno certificati bio) e l’uomo che cammina accanto alla natura “perché parla in silenzio e tu devi osservare sempre”. E se tutti i suoi vini parlano da soli, Marino colpisce nel segno con Proclamo, una sua dichiarazione d’indipendenza vitivinicola del Cilento (richiamandosi ai moti rivoluzionari cilentani del 1848): un riscatto autoctono. Nerbo luminoso, potenza ammansita da fresca eleganza. E chi se lo scorda?

 

(Alessandra Piubello)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli