02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama / Economy

Settembre, è tempo di assaggiare ... Enogastronomia. Cene a tema, festival, sagre: sono settimane ricche di tentazioni per chi ama scoprire i prodotti tipici. Ecco otto appuntamenti da non perdere. Dall’Alta Langa a San Vito Lo Capo... Settembre non è solo il mese dell’uva. Che può essere accompagnata da altri sapori. È il caso delle cene a tema della rassegna Alta Langa in tavola, con ancora tre appuntamenti nei prossimi venerdì: il 17 saranno in primo piano la carne bovina di razza piemontese e la patata di Mombarcaro; il 24 la nocciola “tonda e gentile”, mentre il 10 ottobre faranno gli onori di casa funghi e selvaggina. Le cene si svolgeranno in ristoranti selezionati e agriturismi con prezzi tra 25 e 40 euro. Il calendario con appuntamenti e menu completi è disponibile su www.turismoinlanga.it.

Il 18 e 19 settembre andrà in scena il Festival Franciacorta in cantina (www.festivalfranciacorta.it): saranno
46 i produttori della rinomata area enologica del Bresciano che apriranno le porte per degustazioni e visite, ed è stato allestito anche un ricco cartellone di spettacoli e rievocazioni di antichi mestieri. L’Associazione Strada del Franciacorta (www.stradadelfranciacorta.it) organizza anche itinerari accompagnati in bicicletta, con percorsi fino a 30 chilometri e tappe ristoratrici nelle cantine protagoniste del Festival e pacchetti di soggiorno negli agriturismi della zona. Appena varcato il confine con il Veneto si tiene nello stesso fine settimana la Festa dell’Uva di Soave (Verona), che con le sue 81 edizioni è la più antica del genere in Italia. I momenti più attesi sono l’apertura della Fontana del vino (il 18) e “l’incendio del castello”, uno spettacolo pirotecnico che illuminerà l’intero borgo fortificato. Interessante anche la mostra Gran Reserva con le tele del pittore castigliano Joan Abras (www.stradadelvinosoave.com).

Chi, invece, ha ancora voglia di fare quattro passi in montagna può approfittare di I rifugi del gusto. Dal 20 settembre al 3 ottobre in 14 rifugi delle Dolomiti di Brenta, tra Madonna di Campiglio, Cornano e l’altopiano della Paganella si gode il meglio della gastronomia trentina: polenta di Storo, spressa delle Giudicarie, salmerino di montagna, formaggi di malga, flan di mele della Val di Non. Molte ricette sono state elaborate per l’occasione da Rinaldo Dalsasso, chef stellato del ristorante Al Borgo di Rovereto. Sono incluse degustazioni dei vini della zona: Nosiola, Marzemino e Teroldego (www.visittrentino.it).

Si conclude, invece, questo weekend il XIII Festival del prosciutto di Parma (www.festivaldelprosciuttodiparma.com).
Come di consueto, uno degli eventi principali sarà Finestre aperte: in questa occasione i prosciuttifici della zona spalancheranno le porte offrendo la possibilità di assistere al ciclo di lavorazione e partecipare a degustazioni gratuite. Curiosa la visita al Museo del prosciutto e dei salumi di Parma a Langhirano, mentre nel capoluogo il 18 mattina si svolgerà il Mercato dei sapori con la partecipazione anche del Consorzio Vini dei Colli di Parma, del Consorzio dei produttori dell’Aceto Balsamico e dell’Unione Birrai...

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su ,

Altri articoli