02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Così l'Italia inebria il resto del mondo ... Lunelli, Antinori, Nicolò Incisa della Rocchetta, insieme ad Angelo Gaja, hanno fatto nel vino quel che la nazionale italiana ha fatto nella pallavolo. Trent'anni fa era una scartina contro cui le squadre dell'Est facevano giocare i ragazzi, oggi è ai vertici assoluti ... Bruno Vespa, esperto super partes, spiega perchè, almeno in cantina, vale la pena di essere sciovinisti. Tra le tante etichette, Vespa - oltre alle abruzzesi Masciarelli, Valentini e Zaccagnini - sceglie la Riserva del Fondatore Giulio Ferrari (che in verticale ha sconfitto il Dom Perignon), il Solaia di Antinori, miglior vino del pianeta per Wine Spectator, il Sassicaia, il vero numero uno (che ha battuto, per 8 annate a 7, l'Opus One, re dei vini Usa), la Barbera di Giacomo Bologna, il Sagrantino di Montefalco di Arnaldo Caprai, I Sodi di San Niccolò prodotto nell'azienda Castellare da Paolo Panerai ... A parte i poveri morti e la lunga condanna che gli avvelenatori stanno ancora scontando, la "vicenda metanolo" ha fatto da spartiacque e ha segnato la riscossa del vino italiano. Da allora il vino italiano ha avuto una crescita che nemmeno il più ottimista poteva prevedere ... Le regioni più vocate e quelle emergenti e le migliori cantine ...

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli