02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Merlot siciliano con fascino internazionale ... Da Taormina si ammira uno dei più struggenti panorami dell’Etna in qualsiasi stagione. Sull’Etna da oltre 40 anni la famiglia Cambria produce vini d’eccellenza che segnalo ai frequentatori del festival del cinema di Taormina. Il vino più noto dell’azienda Cottanera è l’Etnarosso fatto di uve autoctone (Nerello Mascarese 80 per cento, Cappuccio 20 per cento). Prima di berlo, lasciatelo svegliare bene: sarà solido e pastoso. Nella mia ininfluente classifica, tuttavia, il primo posto va al Grammonte, uno dei migliori Merlot in purezza che abbia assaggiato negli ultimi anni: profondità siciliana, equilibrio internazionale. Al secondo posto collocherei L’Ardenza 2004: è frutto di uve Mondeuse, una varietà dell’Alta Savoia. L’origine sarà pure francese,
ma questo vino ha preso un accento siciliano strettissimo, sensualissimo, buono quasi per meditare in una sera di scirocco. Scontroso al primo sorso, il Syrah in purezza Sole di Sesta si ammorbidisce con l’ossigenazione e diventa molto elegante. Garbato il Barbazzale (Insolia 100 per cento), mentre l’oscar qualità/prezzo va al Fatagione (base di Nerello Mascarese), magnifico vino per un pasto completo (staff@cottanera.it). In enoteca: Etnarosso 24 euro; Grammonte 22,20 euro; L’Ardenza 22,20 euro; Sole di Sesta 15,90 euro; Barbazzale Bianco 8,90 euro; Fatagione 10,60 euro.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su