02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Storie di vini ... Un capolavoro del Sangiovese... Guardo la carta geografica e sogno. Felsina sta tra l’area del Chianti classico e le Crete senesi, in una zona in cui il Creatore deve essersi rifugiato quando aveva voglia di un buon bicchiere di vino. Si prenda il Rancia 2007: è uno dei migliori Chianti che abbia mai assaggiato. Ha tutto, ma proprio tutto: dal gran profumo seducente ben oltre la media al sapore pieno con i tannini tutti in ordine. Ma il primo della classe è giustamente il Fontalloro, un capolavoro del Sangiovese in purezza. Ho assaggiato le ultime due annate e, se il 2007 ha ancora i tannini giovanili scalpitanti, il 2006 è già un capolavoro di morbidezza.
Naturalmente Giuseppe Mazzocolin e l’amico enologo Franco Bernabei non hanno resistito alla tentazione di misurarsi con i vitigni internazionali. Così Maestro raro 2006 è un Cabernet Sauvignon in purezza con un bel corpo e un bel retrogusto, mentre l’uvaggio Poggio Granoni dello stesso anno (Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah) ha un profumo solennissimo e un corpo secco e solido, molto toscano, nonostante la forte contaminazione straniera.

Prezzi indicativi di vendita in enoteca:

Fontalloro 2007, 34 euro. Rancia riserva Chianti classico 2007, 30 euro. Poggio Granoni Castello di Farnetella 2006, 22 euro. Maestro raro 2006, 33 euro.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli