02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Storie di vini ... La Franciacorta è terra benedetta e lo confermano ancora una volta Li vini dell’azienda La Gallinaccia, sottovalutata dalle guide ma meritevole di grande attenzione. Nata solo poco più di 10 anni fa dalla tigna e dall’amore di Paolo Gazziero, si è affermata curiosamente prima per un rosso che per le bollicine. Il Sebino è un uvaggio di Merlot e Cabernet. L’annata 2007 propone un vino molto profondo con un bel retrogusto adatto a piatti di carne. Fra le bollicine il mio preferito è il Brut 2007, perfettamente bivalente, Il primo sorso, più sportivo, è perfetto per l’aperitivo, Il secondo, più aristocratico e complesso, può accompagnare molti piatti. Ottimo per pasteggiare nonostante la giovane età (settembre 2011) è il Brut Satèn, maturo e coinvolgente, mentre il Pas Dosé, sapido, è consigliabile per l’aperitivo, anche se la spigola che gli ha tenuto compagnia non ha protestato affatto, apprezzando soprattutto il retrogusto. Bel set, dunque, con un ottimo rapporto tra qualità e prezzi.

info@borgolagallinaccia.it

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli