02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Storie di vini ... Un avvocato che lascia la toga (1981) per tuffarsi nel vino già parte con un punto di vantaggio su tutti gli altri. L’esperienza deve avere soddisfatto Claudio Drei Donà, romagnolo di Forlì, se a un certo punto ha deciso di farsi affiancare per la parte commerciale dal figlio Enrico, mentre Marco Bernabei è l’enologo. Il campione di casa nella valutazione comune (e anche nella mia) è il Pruno Riserva 2008, un bel Sangiovese in purezza, al tempo stesso pieno di sé e morbido, autorevole e alla mano, come si conviene a un buon romagnolo. Apritelo per tempo, altrimenti perdete il meglio. Ottimo anche il Graf Noir, purtroppo prodotto solo in pochissime bottiglie. È un uvaggio profumato e consistente, con fondate ambizioni aristocratiche, Allo stesso livello il Magnificat 2008, un Cabernet Sauvignon che cresce in morbidezza con il passare delle ore. Se volete spendere poco e fare una gran figura, comprate il Notturno, Sangiovese perfetto per ogni occasione. Allegro, intrigante e piacevole il Cuvée Palazza 2009, mentre Io Chardonnay Tornese è più modesto ma corretto.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli