02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Storie di vini ... Diavolo di un Vittorio Moretti. Quando nel 1987 fondò la Contadi Castaldi di cui è proprietaria attiva la figlia Francesca, pensò di specializzare l’azienda negli spumanti Satèn, più delicati di quelli normali per la minore quantità di anidride carbonica e quindi per bollicine minori in quantità e dimensioni. Ma non credo che Moretti avesse immaginato il successo della nuova creatura, che oggi si muove alla pari con la casa madre Bellavista, Il campione di casa resta il Soul, a me caro per la raffinatezza vellutata. Sette anni fa dedicai l’etichetta di questa rubrica proprio al Soul, ma stavolta voglio premiare il Satèn 2008. Pur essendo prodotto in 200 mila bottiglie, si presenta con equilibrio e l’ho servito con successo sia come aperitivo sia per accompagnare pesci con modesto condimento e carni bianche. Molto coinvolgente anche il Rosé 2008, che affianca alla piacevolezza del sapore immediato e godibile un bel retrogusto. Appena una tacca sotto il Brut rosé, anch’esso ottimo per aperitivo. Perfetto per un aperitivo di classe anche il Franciacorta Zero 2008, fresco e sapido. Tra i vini fermi: l’ultima annata del Curtefranca bianco, uno Chardonnay con un ottimo rapporto tra qualità e prezzo e apprezzabile per l’uso assai moderato di banique.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli