02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Un’ultra centenaria tra le migliori ... L’azienda Mascarelio produce un Barolo che è tra i più buoni vini del mondo... Se un amante di grandi vini è a dieta, apra una bottiglia di Barolo Monprivato 2004 di Mauro Mascarello. Gli basterà il profumo per goderne, il resto venga servito agli ospiti perché gioiscano ancora di più. Se la bottiglia da servire alla sera sarà stata aperta al mattino, si apprezzerà la sua straordinaria morbidezza. Se invece fosse aperta al momento del pasto, ci si troverà di fronte a una bella donna profondamente addormentata. Mascarello, che col figlio Giuseppe manda avanti un’azienda ultracentenaria, fa vini tra i migliori del mondo. Luca Gardini, il grande sommelier ben conosciuto dai lettori di Panorama, ha collocato questo vino nel 2012 al secondo posto tra i 50 migliori vini italiani. È andata perfino meglio al Monprivato 2008: l’anno scorso il Wine Spectator l’ha messo al sesto posto della classifica mondiale. Nonostante i sei anni trascorsi dalla vendemmia, è un vino giovane e magnifico nel colore e nel sapore. Fa pensare alle fanciulle in fiore di Marcel Proust. Infine, il Ca’ d’Morissio 2003, primo vino italiano per l’Enciclopedia del vino 2012. Quando lo abbiamo assaggiato non c’erano le grandi carni visibili nelle nature morte del ‘600. Eppure, questo gigante sceso da cavallo è un capolavoro di equilibrio che accompagna con signorile accondiscendenza anche pasti relativamente leggeri.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli