02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
MERCATO CINESE

Pasqua, la Cina è realtà: nei primi 9 mesi 2018 export a +33%, e i fatturati sfiorano il milione

Riccardo Pasqua a WineNews: “i salari cinesi crescono del 12% l’anno, dobbiamo far capire che il vino italiano è uno status symbol”
CINA, PASQUA, VINO ITALIANO, Mondo
Riccardo Pasqua

Nei sogni dei vignaioli del Belpaese, c’è la Cina, mercato rincorso a lungo, che per qualcuno inizia ad essere una solida realtà. Come racconta a WineNews Riccardo Pasqua, ad della griffe della Valpolicella, dalla cornice della Milano Wine Week, “nei primi 9 mesi dell’anno le nostre spedizioni verso la Cina sono cresciute del +33%, ma l’obiettivo è il +55% a fine 2018, sfruttando il boom di richieste che solitamente accompagna gli ultimi mesi dell’anno, quando ci si prepara al Capodanno cinese di febbraio”. Numeri ancora bassi, parliamo di meno di un milione di euro a valore, pari ad un cinquantesimo del fatturato del gruppo, ma le aspettative sono alte.

“I salari medi stanno crescendo del 12% l’anno e la Cina - continua Pasqua - è il mercato che in assoluto dà la marginalità più elevata. I vini più richiesti sono i rossi e i nostri prodotti con le uve da appassimento sono ideali per il gusto dei cinesi. Vendiamo soprattutto per eventi privati, e per crescere abbiamo acquisito il nostro importatore, che è di base a Dalian. È arrivato il tempo di schiacciare sull’acceleratore, perché se la Francia ora è leader non c’è motivo per cui i vini italiani non possano dire la loro. Si tratta di far percepire che anche il vino italiano è status symbol”.

Nel frattempo, allargando l’analisi, il Nord America si conferma il primo sbocco all’estero anche nel 2018, con 15 milioni di euro a settembre (di cui 12,3 negli Usa, che sono davanti a Canada e Regno Unito), mentre l’Italia, grazie al nuovo progetto per tornare a presidiare il segmento dell’ho.re.ca. cresce del +13,6%, e il giro d’affari complessivo raggiunge i 40,6 milioni di euro nei primi nove mesi dell’anno, in crescita del +12% sullo stesso periodo del 2017, per un 2% in più di bottiglie prodotte, con i rosati che mostrano una certa vivacità.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli