02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Pio Cesare, Docg Barolo Ornato 2013

Vendemmia: 2013
Uvaggio: Nebbiolo
Bottiglie prodotte: 8.000
Prezzo allo scaffale: € 90,00
Proprietà: Federica Boffa Pio
Enologo: Paolo Fenocchio, famiglia Boffa Pio
Territorio: Barolo

Il Barolo Ornato, realizzata per la prima volta nel 1985 per mettere in evidenza le caratteristiche straordinarie del Cru omonimo, posto nel terroir di Serralunga d’Alba, è un po’ l’etichetta che ha segnato il nuovo corso di Pio Cesare, spostandone decisamente l’asticella della qualità produttiva verso l’alto. La versione 2013 possiede un’articolazione olfattiva ricca e ancora fragrante che rimanda ai piccoli frutti rossi, al sottobosco e alle spezie, con ulteriori cenni di fiori appassiti, polvere di caffè, liquirizia, cacao, e ricordi balsamici. In bocca, pur non mancando la potenza, i tannini sono fitti e al tempo stesso leggiadri, con il sorso continuo e succoso che si chiude su tocchi boisé. L’attuale centralità che riveste l’azienda con sede ad Alba è merito in massima parte di Pio Boffa, purtroppo prematuramente scomparso. Oggi a gestire questa importante realtà ci sono il cugino Augusto, il nipote Cesare Benvenuto e la figlia Federica Rosy, che possono contare su 75 ettari a vigneto per una produzione complessiva di 420.000 bottiglie. I pilastri, in termini di etichette, sono rappresentati dai Barolo e dai Barbaresco (anche se la gamma delle etichette aziendali comprende Barbera, Dolcetto, Grignolino, Gavi e Moscato), che ormai si muovono su un confortante e consolidato spessore qualitativo e sono capaci di espressioni coerenti e centrate del proprio territorio d’appartenenza.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli